Costo avvocato per morosi: chi paga?

Costo avvocato per morosi: chi paga?

30/11/2023

Costo avvocato per morosi: chi paga?

La morosità anche di un solo condomino obbliga l'amministratore a procedere all'immediato recupero del credito. Secondo l'art. 1129 c.c., l'amministratore è tenuto ad agire per la riscossione forzosa delle somme dovute dagli obbligati, entro sei mesi dalla chiusura dell'esercizio nel quale il credito esigibile è compreso.

......

È in questo contesto che si pone il seguente quesito: chi paga il costo dell'avvocato per agire contro i morosi? Approfondiamo la questione.

Il conferimento dell'incarico all'avvocato

Trattandosi di compito che rientra tra le prerogative attribuite direttamente dalla legge, l'amministratore può conferire incarico a un avvocato affinché effettui il recupero dei crediti nei confronti dei condòmini morosi senza necessità di ottenere il previo consenso assembleare.

In buona sostanza, l'amministratore può affidare l'incarico all'avvocato che ritiene più opportuno, senza doversi confrontare preliminarmente con il consesso condominiale.

....

L'amministratore, quindi, può firmare il mandato all'avvocato senza ottenere il previo consenso dell'assemblea.

Il decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo

Il recupero del credito nei confronti dei condòmini morosi può avvalersi di un formidabile strumento: quello del decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo nonostante l'opposizione del debitore.

Per ottenere tale ingiunzione, però, l'art. 63 disp. att. c.c. stabilisce, come condizione indispensabile, che lo stato di ripartizione sia stato approvato dall'assemblea.

In mancanza, si potrà comunque far ricorso al decreto ingiuntivo, a cui però il giudice potrebbe non accordare l'immediata e provvisoria esecutività.

Vale la pena di ricordare che il medesimo articolo 63 disp. att. c.c. stabilisce che, in caso di mora nel pagamento dei contributi che si sia protratta per un semestre, l'amministratore può sospendere il condomino moroso dalla fruizione dei servizi comuni suscettibili di godimento separato.

Chi paga l'avvocato per agire contro i morosi?

L'avvocato che agisce contro i morosi deve essere pagato dal condominio, esattamente come se si trattasse di un'ordinaria spesa condominiale.

Non è quindi possibile addossare la spesa dell'avvocato esclusivamente a carico dei condòmini che, essendo morosi, si sono resi responsabili della necessità del conferimento dell'incarico al legale: all'assemblea, infatti, è vietato effettuare addebiti in deroga agli ordinari criteri di ripartizione, a meno che non vi sia un provvedimento giudiziario che abiliti a ciò.


Fonte: https://www.condominioweb.com/costo-avvocato-per-morosi-chi.21177

Articolo dell'Avv. Mariano Acquaviva

Torna all'elenco news

07/02/2023

Bonus mobile 2023

Bonus mobili 2023, la guida aggiornata dell'Agenzia delle Entrate L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida aggiornata al bonus mobili...