La legge di Bilancio 2022

La legge di Bilancio 2022

29/10/2021
Superbonus 110%
 
Il disegno di legge di Bilancio 2022, prevede la proroga del superbonus 110%, ma con scadenze differenziate a seconda della tipologia di beneficiario.
 
In particolare, secondo il testo della Manovra approvato dal Consiglio dei Ministri, per gli interventi effettuati su edifici unifamiliari da persone fisiche - soggetti di cui al comma 9, lettera b) dell'art. 119 del D.L. n. 34/2020 - la maxi detrazione spetta fino al 31 dicembre 2022 ma esclusivamente in due ipotesi:
 
- prima ipotesi: se, alla data del 30 settembre 2021, risulti effettuata la comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA), ovvero, per gli interventi comportanti la demolizione e la ricostruzione degli edifici, risultino avviate le relative formalità amministrative per l'acquisizione del titolo abilitativo;
 
- seconda ipotesi: per gli interventi eseguiti da persone fisiche con ISEE non superiore a 25.000 euro annui su unità immobiliari adibite ad abitazione principale.
 
In tutti gli altri casi, il termine ultimo per concludere i lavori per beneficiare del superbonus 110% resta confermato al 30 giugno 2022. 
 
Termini più lunghi per i condomini, IACP e cooperative.
 
Per gli interventi (compresi quelli effettuati su edifici oggetto di demolizione e ricostruzione di cui alla lettera d) dell'art. 3, comma 1, D.P.R. n. 380/2001) effettuati dai condomìni e dalle persone fisiche proprietarie uniche o in comproprietà di edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari distintamente accatastate - soggetti di cui al comma 9, lettera a) dell'art. 119, D.L. n. 34/2020 - sarà possibile usufruire del superbonus fino al 31 dicembre 2025, ma dal 2024 scatta un decalage.
 
In particolare, la maxi detrazione resterà al 110% sulle spese sostenute fino al 31 dicembre 2023. Lo sconto si ridurrà al 70% per le spese sostenute nell'anno 2024, mentre per le spese sostenute nell'anno 2025 la detrazione fiscale sarà pari al 65%.
 
Bonus facciate
 
Il Ddl di Bilancio 2022 conferma fino alla fine del prossimo anno il bonus facciate (ex art. 1, commi da 219 a 223, della legge di Bilancio 2020), ma riduce notevolmente l'aliquota della detrazione.
 
Secondo il testo approvato dal Consiglio dei Ministri, per le spese sostenute nel 2022, la misura dello sconto (IRPEF/IRES) sarà al 60% (fino al 31 dicembre 2021, la misura è invece del 90%).
 
Si ricorda che il bonus può essere fruito per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti (di qualsiasi categoria catastale, compresi gli immobili strumentali) ubicati in zona A o B, individuate dal D.M. n. 1444/1968, o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.
 
Sconto in fattura o cessione
 
Il disegno di legge di Bilancio, tranne che per il superbonus 110%, non modifica l'art. 121 del D.L. n. 34/2020 relativo all'opzione dello sconto in fattura e della cessione del credito.
 
In particolare, secondo il testo approvato dal Consiglio dei Ministri, i due meccanismi resteranno in vigore fino al 2025 esclusivamente per il superbonus 110%.
 
Per il bonus facciate, il bonus ristrutturazioni, l'eco e il sisma bonus “ordinari”, a meno di modifiche durante l'iter di approvazione della legge di Bilancio, la disciplina prevista dall'art. 121 rimarrà in vigore solo per le spese sostenute nel 2020 e 2021.
 
Fonte: www.ipsoa.it