Quanto costa un mutuo?

Quanto costa un mutuo?

26/04/2022

 

Oltre al tasso di interesse, per definire il costo di un mutuo bisogna considerare una serie di spese aggiuntive. Il mutuatario dovrà infatti corrispondere le spese di istruttoria della pratica, le spese di perizia, le spese notarili, il costo dell'imposta sostitutiva e i costi assicurativi. 

I costi di apertura del mutuo

Le spese di istruttoria, dette anche spese di apertura, sono i costi che la banca richiede per valutare se concedere o meno il mutuo al richiedente. I costi di apertura possono essere fissi, di solito compresi tra 600 e 800 euro, o calcolati in percentuale dallo 0,1 all'1% sull'importo finanziato. 

La perizia sull'immobile

Le spese di perizia si riferiscono ai costi necessari per la valutazione dell'immobile che il richiedente intende acquistare. La banca invia un perito per stabilire il valore della casa e accertarsi dell'inesistenza di abusi edilizi o anomalie. Il costo della perizia è compreso tra 100-300€ e dovrà includere l'IVA al 20%, il Contributo per la Cassa Previdenza.

Tasse e imposte

Quando il mutuo riguarda l'acquisto di una prima casa, l'imposta sostitutiva è dello 0,25% della somma ottenuta. Viceversa in caso di seconda casa, si applica un'imposta più alta, cioè del 2%.

L'imposta viene direttamente trattenuta dalla banca; pertanto la somma che il mutuatario riceverà nelle sue casse, sarà inferiore all'importo effettivamente concesso dall'istituto di credito.  Attenzione! Per ottenere l'aliquota agevolata dovrà risultare la condizione di prima casa da dichiarazione del mutuatario allegata al contratto di mutuo (D.L. 168/2004).

Polizza mutuo casa

Essendo l'ipoteca la garanzia offerta dal debitore in caso di inadempimento, la banca pretende che il bene ipotecato venga assicurato contro il rischio di incendio o altri danni. Il costo dell'assicurazione dipende sia dal valore dell'immobile che dalla somma e dalla durata del mutuo, ad esempio: per un mutuo di 130mila euro di durata ventennale, il costo del premio di assicurazione a copertura dei danni sull'immobile oscilla tra i 325 e i 500 euro.

In più la banca potrebbe richiedere un'eventuale assicurazione sulla vita del cliente per tutelarsi da eventuali rischi che potrebbero impedirgli di rimborsare il prestito.

Le spese notarili e l'iscrizione ipotecaria

Le spese notarili coprono l'attività svolta dal notaio, figura indispensabile ai fini della validità legale dell'atto di mutuo. I costi del notaio si compongono di tre voci: l'onorario, compreso di tasse e contributi per l'archivio nazionale notarile, cui si aggiunge l'IVA al 22%; i costi per le visure notarili ed infine le imposte da versare all'Agenzia delle Entrate e all'Agenzia del Territorio. Tali spese varieranno a seconda dell'esperienza e della professionalità del notaio, che può essere liberamente scelto dal cliente. I costi notarili si aggirano intorno ai 2mila euro.

Fonte: mutuionline.it